Articolo tratto da: Leggi post originale

Fonte: Agenda Digitale

L’agenzia Entrate ha predisposto un servizio, accessibile a tutti i titolari di partita IVA previo rilascio di credenziali e stipula di apposita convenzione per ciò che concerne la emissione e la conservazione delle fatture elettroniche.

Tuttavia i contribuenti forfetari devono:

  • conservare (in maniera tradizionale) le fatture di acquisto, le bollette doganali e i titoli di spesa ricevuti in maniera analogica (cartacea);
  • integrare le fatture di acquisto per le operazioni di cui risultano debitori di imposta (cosiddetto reverse charge) con l’indicazione dell’aliquota e della relativa imposta, da versare entro il giorno 16 del mese successivo a quello di effettuazione delle operazioni, senza diritto alla detrazione dell’imposta relativa.

L’articolo Le fatture di acquisto e di spesa devono passare da Sdi? proviene da Agenda Digitale.

Fonte: Agenda Digitale